Redazione Serie A

Gattuso: “Male il primo tempo, meglio la ripresa. Adesso c’è il Barcellona”

Una gara per nulla semplice, quella che il Napoli ha vinto al Rigamonti contro un Brescia davvero molto ostile. Alla fine, però, ciò che conta è il risultato finale. Una prestazione maiuscola per la compagine di Gattuso che si lancia in classifica inseguendo l’obiettivo Europa. A fine gara è intervenuto sulla gara appena conclusa uno dei protagonisti del Napoli, il tecnico Gattuso. “Non siamo venuti qui a fare una passeggiata, non era facile vincere qui a Brescia, una squadra che deve salvarsi e voleva i tre punti – ha ammesso ai microfoni di Sky – . Non mi è piaciuto l’atteggiamento nel primo tempo, sul gol i lombardi ci hanno mangiato letteralmente, poi nella ripresa ho visto la forza di questi ragazzi. Europa League meglio della Champions? Sono stato mal interpretato, la Coppa dei Campioni è il palcoscenico più importante e col Barcellona ce la vogliamo giocare. Volevo dire che dobbiamo almeno fare più di venti punti per andare in Europa, non mi sognerei di snobbare la Champions. Io voglio raggiungere quota 40, poi spingere ancora di più. Martedì? Non ci penso, lo farò da domani”

Mentre in conferenza stampa il tecnico parla del momentaneo sesto posto: “Sì, na non dobbiamo dimenticarci ciò che abbiamo rischiato, vale ancora il discorso dei 40 punti, tanti di voi hanno sottovalutato ciò che abbiamo passato, momenti terribili, la squadra non riusciva a tirare fuori nulla a livello tecnico e caratteriale, c’erano mille problemi e nello spogliatoio non si respirava una bella atmosfera. Ora mettiamoci al sicuro e poi proviamo ad osare qualcosa in più. Ora andiamo avanti partita per partita”.

Poi c’è il Barcellona: “E’ difficile rispondere per me, ti posso assicurare che analizzando il Brescia credo che Balotelli sia importante in fase di possesso, poi in fase difensiva gli chiedono altre cose, ma quando ha il pallone incide. Balotelli ha grandi qualità, io ci ho parlato spesso, sa che poteva fare di più, può aiutare di più dietro ma è una caratteristica sua che non ha migliorato”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *