Redazione

Gattuso non si fida: “Con il Lecce una grande trappola”

Arriva col sorriso Rino Gattuso ma mette subito in allarme. “Domani c’è una grande trappola, se non la interpretiamo come abbiamo fatto ultimamente e lasciamo spazio al Lecce sarà complicata. Non è un caso che abbiano fermato l’Inter, la Juve, sono bravi a giocare e palleggiare. Dobbiamo prepararla bene mentalmente, voglio vedere la stessa cattiveria vista ultimamente, senza sottovalutare l’avversario. Abbiamo tutto da perdere”. Una sfida tra due allenatori giovani. “Faccio i complimenti a Liverani, è furbo e preparato, da anni fa miracoli e fa giocare bene le sue squadre. Non possiamo sottovalutarli, dovremo battagliare”.

Sulla formazione: “Abbiamo quattro difensori centrali, se stanno bene Di Lorenzo torna al suo posto. Poi ci sono tre terzini e speriamo nel rientro di Ghoulam. Tutti si giocano il posto in ogni zona del campo. Koulibaly giocherà dal primo minuto domani”, ha aggiunto. “Fabián ha fatto poco negli ultimi dieci giorni a causa della febbre, sono due giorni che si allena e non è al massimo. Ieri ho parlato con Allan, ce la sta mettendo tutta ma non è al meglio e lo valutiamo oggi. Devo sapere che i miei calciatori stiano bene. Mertens e Milik possono giocare insieme o in alternativa. Politano è forte e può essere un’opzione domani: ha tecnica e velocità, può aiutarci molto perché ha caratteristiche diverse da Callejon. Lozano sta lavorando, adesso io devo essere bravo a farlo continuare così per dargli una possibilità in campo, metterlo in condizione di esprimersi al meglio. Non ho nulla contro di lui, è un patrimonio della società e possiamo provarlo su tutti e due i lati del campo. 

Ospina-Meret? Non lo so, ma io non ce l’ho con Alex. Il problema è che Giuntoli ha comprato tre portieri forti, il livello è alto. Come faccio con gli altri calciatori, faccio scelte anche in porta, chi sta meglio poi gioca”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *