Flash

Milik: “Contento per i gol ma dobbiamo tornare a vincere. Coppa Italia? È un obiettivo”

L’attaccante azzurro Arkadiusz Milik ha parlato ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli direttamente dal centro tecnico di Castel Volturno: “In questo momento c’è tanto lavoro da fare. Abbiamo cambiato modulo, prima giocavamo 4-4-2 con Ancelotti, nel 4-3-3 ci sono invece movimenti diversi e ci vuole tempo per capirli. Abbiamo migliorato tante cose come l’uscita da dietro e il palleggio. Ora ci vuole tempo per migliorare davanti, sulle finalizzazioni. Spero che col tempo riusciremo a farlo e a portare i risultati a casa”.

Sulle ottime prestazioni individuali:”Spero di riuscire a giocare ancora meglio. Sono felice per i miei numeri, ma non lo sono per ciò che facciamo di squadra. Siamo troppo in basso in classifica, vogliamo essere in alto e guardiamo sempre verso l’alto ma c’è tanto lavoro da fare e lo sappiamo. Spero che con il tempo si vedranno dei miglioramenti, soprattutto nel gioco. Vogliamo portare i tre punti sempre a casa, a cominciare dal match con la Fiorentina di sabato”.

Il successo in casa manca da ottobre e Arek ha commentato così:”Il nostro obiettivo è quello di recuperare punti in campionato. Vogliamo fare di tutto per risalire la classifica, vincendo le partite che verranno. Stiamo migliorando il nostro gioco, ora ci vogliono pazienza, lavoro e concentrazione. Speriamo di riuscire a vincere già sabato”.

La Coppa Italia diventa adesso un obiettivo importante per gli azzurri lo stesso attaccante lo ha ammesso: “Sarà difficile vincere la Champions, questo lo sappiamo. Affrontiamo una squadra fortissima come il Barcellona. Abbiamo quindi tanti obiettivi, anche in campionato per risalire e vincere la Coppa Italia. Se c’è la possibilità dobbiamo farlo”.

Sulla compattezza e ma qualità del gruppo: “Sì, ce l’abbiamo. Ora dobbiamo recuperare gli infortunati perché possono aiutarci tanto, soprattutto quelli che hanno fatto la storia per il Napoli in questi anni. Parlo di Mertens, Koulibaly, Ghoulam, Maksimovic…Ognuno di loro è importante. Speriamo che tornino presto e possano darci una mano, sono fondamentali per noi”.

Sul posto dedicato a Zaniolo dopo il suo infortunio: “Mi dispiace tanto per lui. Io mi sono rotto due volte nello stesso modo, sono momenti brutti, ma bisogna lavorarci su. Si è già operato, la riabilitazione sarà lunga e complicata. Spero di vederlo all’Europeo, ma non so se riuscirà perché i tempi sono stretti”.

Sulla forza della sua Polonia in vista dell’Europeo: “Abbiamo giocatori forti, ma sicuramente non siamo i favoriti. Nel girone abbiamo la Spagna ad esempio,una delle favorite, e ci sono altre squadre più forti di noi sulla carta. Io non guardo ancora così avanti, ora mi concentro sul Napoli per fare bene e vincere le partite che mancano”.

Un commento poi sui nuovi acquisti Demme e Lobotka: “Sono giocatori che possono dare una mano sicuramente, ma ho visto ancora troppo poco per dire qualcosa in più. Abbiamo fatto appena due allenamenti con loro. Speriamo che riusciranno a dare una mano. Sono buoni acquisti, ma è troppo presto per dire qualcosa di concreto”.

Una battuta sul passaggio in prestito di Gaetano alla Cremonese: “Secondo me gli farà bene. È giovane, ha qualità, è cresciuto tanto con Ancelotti ed allenandosi con noi ha fatto il salto di qualità. Ora è il momento di fare un passetto indietro per poterne fare poi due in avanti in futuro”.

Ha poi chiuso parlando degli ottavi di Champions contro il Barcellona : “Per queste partite si aspetta sempre tanto. Sono gare di Champions, contro le squadre più forti al mondo, come il Barcellona. Abbiamo tanto rispetto per loro, ma non abbiamo paura. Vogliamo provare a passare il turno, sarà difficile, ma è tutto possibile nel calcio”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *