Serie A

Salernitana, Nicola: “Siamo partiti contratti, ma è difficile chiedere di più”

Davide Nicola, allenatore della Salernitana, ha commentato nel post-partita il pareggio maturato sul campo dell’Empoli. Queste le sue dichiarazioni ai microfoni di DAZN:
“Non abbiamo iniziato bene nel primo tempo, perché l’ultimo step è giocare partite sempre più decisive come l’ultima giornata. Non si può fare di più rispetto a quello che i ragazzi stavano facendo, ma nel primo tempo siamo partiti contratti anche per il caldo che si è fatto sentire per noi e per loro. Abbiamo fatto un secondo tempo arrembante e con tante occasioni. È il settimo risultato utile consecutivo e, anche oggi, il nostro pubblico è stato meraviglioso. L’Empoli ha un modo di stare in campo che ti blocca le fonti di gioco, quindi noi in avvio abbiamo avuto poca mobilità. Abbiamo cambiato qualcosa per trovare più spazi e così è stato. La partita è stata bellissima: ora resettiamo e prepariamoci all’ultima sfida. Molto offensivi nella ripresa? Non mi interessava il risultato, per raggiungere qualcosa devi rischiare di poterlo perdere. Se giochi contratto non ti esprimi e la Salernitana ha fatto questi punti perché si è sempre espressa. Nel secondo tempo servivano giocatori sempre più offensivi e non era facile creare così tanto. Talvolta abbiamo scoperto troppo il centrocampo nella ripresa, concedendo troppo nella ripresa. Il rigore di Perotti fa parte del gioco. la vita è un insieme di combinazioni: è giusto giocarci questa salvezza all’ultima giornata davanti al nostro pubblico. L’Empoli ha fatto la partita che doveva fare e adesso tocca agli altri. Cercheremo di farci trovare pronti”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.