News

L’ex Milik: “Felice qui, non andrò via da Marsiglia”

Lunga intervista a L’Equipe per l’ex attaccante del Napoli Arkadiusz Milik.
“Sono davvero contento del risultato, questa è sempre la cosa più importante. Le ultime settimane sono state mentalmente complicate per me. Contro l’Angers sono stato contento della prestazione della squadra e della mia prestazione personale. Stare in panchina e non giocare è difficile per me, quando non ti viene concesso il tempo di dimostrare quanto vali puoi anche arrabbiarti. Io ne ho approfittato per fare degli allenamenti aggiuntivi, doppie sedute giornaliere per migliorarmi, per essere pronto al momento giusto, al meglio della mia forma.Ho sempre saputo di cosa ero capace, non ho mai dubitato delle mie capacità. Perdere il posto in squadra significa perdere un po’ di fiducia. In questi casi ciò che mi aiuta è allenarmi di più. Ovviamente, le partite e i gol sono ancora più importanti. Ho sempre creduto in me stesso, per un giocatore è fondamentale. Ma questo non toglie la necessità di mettersi in discussione. Poi, conosco come funziona il calcio. Due settimane fa, o magari quand’ero infortunato, dicevano che fossi un pessimo attaccante. Ora vengo lodato dopo una tripletta… Tutto fila molto velocemente in questo ambiente. Bisogna solo tenere i piedi per terra”.

“No, non ho mai pensato di lasciare Marsiglia quest’inverno. Non sono il tipo di giocatore che pensa di andarsene perché non gioca più o gioca meno. Non mi piace questa mentalità. L’ho presa come una sfida. Sapevo che, prima o poi, avrei avuto l’opportunità di dimostrare il mio valore. Ero calmo, paziente, ho lavorato sodo. È l’unica strada. Mi sono posto le domande giuste. Sono felice qui, a Marsiglia, fin dall’inizio, non ho mai voluto lasciare il club. È un grande club per me” ha concluso il polacco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.