Opinioni Serie A

IMFT – Santacroce: “Napoli grande squadra, non mi aspettavo questa maturità”

Fabiano Santacroce, ex difensore del Napoli, è intervenuto ai microfoni de Il Mattino nel corso della diretta de “Il Mattino Football Team” per parlare del momento attuale della squadra allenata da Luciano Spalletti: “È stato un inizio eccezionale da parte del Napoli: ci sta facendo vedere delle bellissime partite ed anche una maturità che non mi aspettavo sin da subito. Parole di Mazzarri? Fa il suo ruolo, deve caricare una squadra che in questo momento è in difficoltà. Il Napoli ha dominato ed anche lui lo sa bene”.

“Spalletti? Ha già vissuto piazze calde come quella di Roma, quindi sa come tenere a freno gli entusiasmi della piazza di Napoli. In cuor suo, però, sa di avere una grande squadra e che si può giocare tanto quest’anno – ha aggiunto – Difesa che non prende gol? Innanzitutto credo che la coppia migliore sia quella formata da Koulibaly e Rrahmani, per me l’ex Verona completa meglio il reparto rispetto a Manolas ed ha dimostrato di saperci fare. Non mi aspettavo questo rendimento difensivo da subito, ma è un dato che andrà analizzato più avanti perché nonostante i pochi gol presi il Napoli ha comunque subìto tanto in diverse partite”.

Su Osimhen: “Voto altissimo sin qui, la cosa pazzesca è che lui può ancora crescere moltissimo. Commette ancora tanti errori e può migliorare in tante cose, ma ha il tempo dalla sua parte. Se dovesse confermare quanto di buono sta facendo vedere adesso potremmo ritrovarci uno dei migliori attaccanti del mondo in casa”.

“C’è un grande gruppo e lo si vede anche da fuori. Di certo c’è che le vittorie aiutano a creare un certo tipo di atmosfera ed ora stanno tutti bene e sono tutti coinvolti al massimo – ha proseguito – L’esempio è dato da Petagna che a fine gara ha esultato come se fosse stato uno dei titolari, questo fa capire che si tratta di una squadra vera”.

“Parole di Spalletti sui subentrati? Sono dichiarazioni che servono a spronare anche i giocatori che hanno meno minuti a disposizione – ha spiegato – sicuramente non è facile restare sempre in panchina ma bisogna essere intelligenti e capire che il gruppo ed i risultati vengono prima di tutto il resto”.

L’ex centrale difensivo azzurro ha poi concluso il suo intervento: “Juventus? È normale pensare che possa risalire per poi entrare in Champions o giocarsi addirittura lo scudetto. Conosciamo bene la loro forza mentale e quindi bisogna sempre aver paura a prescindere di una squadra così nonostante le difficoltà. Griglia del girone di andata? Direi Inter, Milan, Napoli e Roma nei primi quattro posti”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *