Flash

Giuntoli: “Osimhen e Rrahmani grandi acquisti. Lozano? Resta qui”

Si è svolta questo pomeriggio al Palasport di Castel di Sangro la conferenza stampa di presentazione dei nuovi acquisti Victor Osimhen e Amir Rrahmani. Con loro sul palco c’era anche il ds azzurro Cristiano Giuntoli che ha rilasciato alcune interessanti dichiarazioni, soprattutto in chiave mercato: “Le trattative sono tutte complicate, non ne esiste una semplice. Sono state due trattative particolari quelle di Osimhen e Rrahmani: avevamo già notato Rrahmani in video, dal vivo ci fece subito una bella impressione e chiedemmo informazioni al Verona ma c’era già qualcuno interessato a lui. Abbiamo dovuto anticipare gli altri. Osimhen lo ricordo al Mondiale Under 17 di qualche anno fa, fu catapultato al Wolfsburg ed ebbe difficoltà con Origi davanti. La trattativa per lui è stata difficile anche a causa del coronavirus, è stato un investimento convinto della società. Entrambi, comunque, hanno velocità ed applicazione. Anche per questo li abbiamo scelti”.

Giuntoli ha poi proseguito: “Raiola? È venuto soltanto a salutare Manolas e Lozano, siamo stati a pranzo insieme. Rino è contento di entrambi, siamo convinti che Lozano possa solo fare meglio quindi si andrà avanti insieme per questa stagione“.

Il ds azzurro ha poi chiuso parlando dei rinnovi e dei possibili innesti a centrocampo in vista dell’inizio della nuova stagione: “Il mercato ed i rinnovi vanno di pari passo, le richieste di un giocatore sul rinnovo arrivano anche in base alle richieste che ha sul mercato. Non ne sono previsti a breve, ma vediamo come si svilupperà il mercato. Centrocampo? Il mister con ballerino non intendeva il centrocampo, ma si difende e attacca in 11, non voglio essere scontato però nella risposta. Nel girone di ritorno abbiamo fatto bene non solo con i nuovi, ma con un atteggiamento di tutta la squadra e non sempre col mercato si può lavorare per migliorare delle cose, non basta mettere uno che ha contrasto, corsa e palleggio, altrimenti bisognerebbe prenderlo dal Real. Tutti vogliamo tutto, ma dobbiamo lavorare sulle nostre forze economiche che sono incredibili per quanto abbiamo investito”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *