Calciomercato Redazione

FOCUS MERCATO – Reguilón, un talento scuola Real per la fascia sinistra

Uno dei reparti che il Napoli dovrà puntellare in questa sessione di calciomercato è certamente la corsia esterna di sinistra. Al momento l’unico giocatore di ruolo in quel settore è Mario Rui, considerando che da un paio di stagioni – dopo il terribile infortunio del novembre 2017 – gli azzurri non hanno più potuto fare affidamento su Faouzi Ghoulam.

Tra i diversi profili che il DS Giuntoli sta seguendo, quello di Sergio Reguilón Rodriguez è certamente quello che gode di maggiore considerazione. Conosciamolo meglio in questo focus.

Nato il 16 dicembre 1996, all’età di otto anni entra a far parte della cantera del Real Madrid. Fin dalle sue prime apparizioni lo spagnolo viene etichettato come uno dei più brillanti prospetti della sua generazione. Dopo 4 presenze in Youth League nel 2014, nella stagione 2015/16 le merengues lo cedono in prestito al CD Logroñés, club di Segunda Division, nel quale colleziona le prime esperienze da professionista. Il debutto avviene il 23 agosto durante il match vinto 3-0 contro il Compostela. Saranno solo 9 le apparizioni in campo prima del rientro alla base nel gennaio 2016 e il successivo inserimento nella rosa del Castilla (seconda squadra del Real Madrid), dove chiude la stagione con 18 presenze.

Il 26 agosto 2016 torna nuovamente al Logroñés, dove diventa un perno fondamentale della squadra. Disputa una stagione da protagonista giocando prevalentemente da ala sinistra collezionando 8 reti in 30 gare, incluso un poker all’Athletic Bilbao B.

Rientrato al Castilla alla fine del prestito, diventa la prima scelta di Santiago Solari sulla corsia sinistra e al termine della stagione, dopo 30 partite e 2 gol all’attivo, rinnova il proprio contratto con i blancos.

Nella stagione successiva, la 2018/19, dopo un intero precampionato con la prima squadra Julen Lopetegui decide di tenerlo in rosa come alternativa al titolare Marcelo. Nonostante l’esonero dell’allenatore a campionato in corso anche il subentrante Zidane intravede le qualità dell’esterno e, per questo motivo, gli regala l’esordio in prima squadra in Champions League – da titolare – nel match poi perso per 1-0 contro il CSKA Mosca. Da quel momento diventa pian piano titolare fisso del Real Madrid: a fine stagione saranno 22 le partite disputate, con 3 assist.

In questa stagione si è nuovamente trasferito in via temporanea, con destinazione Siviglia, disputando 36 partite tra Liga, Copa del Rey ed Europa League – quest’ultima attualmente ancora in corso e dove sfiderà in semifinale il Manchester United – nelle quali ha realizzato 3 gol e 4 assist ed ha messo in mostra la sua versatilità, giocando non solo come terzino ma anche come centrocampista sinistro sulla corsia, la sua grande velocità ed un’ottima tecnica individuale tipica dei calciatori spagnoli. A questo si aggiunge una forte personalità figlia degli anni trascorsi all’ombra di grandi campioni.

Versatilità, corsa, tecnica sopraffina e personalità da leader: l’identikit è quello del predestinato. Per tali ragioni il Real Madrid chiede una cifra compresa tra i 20 ed i 25 milioni di Euro per questo ragazzo. Il Napoli spinge per un prestito con diritto di riscatto e avrebbe già il gradimento del giocatore al trasferimento. Resta da convincere il club proprietario del cartellino, che vorrebbe incassare un cospicuo bottino da questa cessione e per questo attende anche l’inserimento di altre squadre interessate a un profilo di alto livello per la fascia sinistra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *