Redazione

Il curioso caso di Mertens: da trascinatore a problema del Napoli

Dries Mertens ha scritto negli ultimi anni pagine indimenticabili nella storia del Napoli, portando, con i suoi gol, gli azzurri vicino allo scudetto e a piazzamenti importanti. Quest’anno invece le cose non stanno andando nel migliore dei modi, con l’andamento altalenante in Serie A (con la zona Champions lontana più di dieci punti) e con l’esonero di Carlo Ancelotti. Il giocatore belga, inoltre, è considerato uno dei capi della rivolta contro la società, che ha portato alle multe e alle prestazioni negative: nemmeno la qualificazione agli ottavi dell’ex Coppa dei Campioni, dove attende il Barcellona, ha risollevato l’ambiente azzurro. Conseguenze? Il suo mal di pancia per un rifiuto sul rinnovo proposto da De Laurentiis, le sue condizioni ‘precarie’, che l’hanno costretto al ritorno in patria, e alla sua fame di gol che sembra ormai sparita. Dries non è stato convocato nelle ultime due sfide di campionato, per via delle sue condizioni non ottimali: il suo rientro in Belgio, per recuperare la forma migliore, però non è un bel messaggio per l’ambiente partenopeo. Insigne non andò a Liverpool e rimase a Napoli per alcuni problemi fisici, subendo tante critiche dalla tifoseria: ecco qui il caso è uguale, visto che la squadra azzurra ha affrontato, e perso, due sfide cruciali con Inter e Lazio. Cosa fare? Lavorare e recuperare l’affetto di tutti, ma dimostrare soprattutto di essere un professionista serio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *