Flash Generici

Gaetano e quella promessa infranta

In questi giorni il trasferimento di Kulusevski alla Juventus ha fatto nascere numerosi paragoni tra la gestione del talento di Stoccolma e quella del talento di Cimitile Gianluca Gaetano. Al Napoli è stata mossa un’accusa ricorrente, ovvero non aver permesso al talento di Gaetano di esplodere lontano da Napoli, relegando il giovane in panchina.

Il Mattino ha cercato di fare luce sulla questione avanzando una teoria interessante. La responsabilità della permanenza del giocatore a Napoli sarebbe di Ancelotti che in estate avrebbe chiesto espressamente di non lasciar partire il giocatore, garantendo al giocatore minutaggio. Una promessa di impiego disattesa, solo il contentino della prima presenza di Champions per il giovane calciatore rimasto per ritagliarsi il suo spazio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *