News

Koulibaly: “Sarri era un pazzo, Benzema l’attaccante più difficile da affrontare”

Kalidou Koulibaly ha rilasciato un’intervista ai microfoni di Once Mondial. La rivista francese, che nelle scorse settimane aveva pubblicato solo la prima parte dell’intervento, oggi ha reso note le restanti dichiarazioni del difensore azzurro. Queste le parole del senegalese: “Il calciatore più forte? Io preferisco Sadio Mané perché è in Nazionale con me e lo vedo tutti i giorni, è un grande giocatore e spero che un giorno vinca il Pallone d’Oro. Anche su Benzema però non c’è niente da dire: io dico da tempo che è uno dei migliori giocatori al mondo, uno dei migliori attaccanti e anche quello contro il quale ho fatto più fatica a giocare perché è molto intelligente. Basta chiedere a qualcuno dei miei amici: quando giocai contro Benzema quattro anni fa, dissi subito che era l’attaccante più forte contro cui avessi mai giocato e oggi sta dimostrando che non mi sbagliavo. Gli allenatori che ho avuto in carriera? Ho avuto tanti allenatori atipici. Sono stati grandi allenatori, ma il più pazzo – tra virgolette – è stato Maurizio Sarri. Era molto appassionato di tattica, ci ha fatto lavorare davvero tanto in undici contro zero. Ma la cosa più pazza che ha fatto è stata quando è nato mio figlio e mia moglie era in procinto di partorire. Sarri mi disse che non avevo il diritto di andare da mia moglie per la nascita di mio figlio, era davvero un pazzo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.