Flash

Collina: “Maggiore tecnologia per i fuorigioco, ma non sostituiamo gli arbitri”

La FIFA, dopo averlo fatto durante il Mondiale per club 2021 ad Abu Dhabi, continua i test sulla tecnologia del fuorigioco semi-automatico, con l’obiettivo Qatar 2022, dove potrebbe essere utilizzato. Una tecnologia che dovrebbe aiutare arbitri e spettatori, con i primi in grado di ricevere dati accurati sul rilevamento del fuorigioco in pochi secondi e il pubblico che assisterà invece alle animazioni 3D sui maxi schermi dello stadio.

Il presidente del comitato arbitrale, Pierluigi Collina, ha parlato della nuova tecnologia: “Stiamo cercando di raggiungere l’obiettivo che è quello di avere decisioni più accurate e più rapide nei casi di fuorigioco. So che qualcuno lo ha chiamato fuorigioco-robot: non lo è. Gli arbitri e gli assistenti arbitrali sono ancora responsabili della decisione sul campo di gioco. La tecnologia offre loro solo un valido supporto per prendere decisioni più accurate e rapide, in particolare quando il fuorigioco è molto difficile da valutare”. A riportarlo è Sky Sport.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.