Serie A

Commisso: “Cessione Vlahovic un capolavoro. Gli agenti volevano rovinare la Fiorentina”

Il presidente della Fiorentina Rocco Commisso, nel corso di un’intervista rilasciata al sito ufficiale del club, ha parlato della cessione di Vlahovic alla Juventus. Secondo il numero uno dei viola, gli agenti dell’attaccante volevano arrivare alla scadenza del contratto per poi permettere al giocatore di liberarsi a parametro zero. Queste le sue dichiarazioni: “Credo che Vlahovic avesse un’offerta da tempo, visto che ogni volta che Barone e Pradè sono andati in Inghilterra a trattare con molte squadre di Premier e sono tornati con varie proposte sia lui che i procuratori hanno sempre detto di no. L’obiettivo secondo me era quello di arrivare a scadenza e rovinare la Fiorentina, per una cosa che sta succedendo sempre di più nel calcio, come stiamo vedendo con Mbappe al PSG, Insigne al Napoli, Donnarumma e Kessie al Milan o Dybala alla Juventus. Gli agenti pensavano che potesse andarsene a zero per farsi ricchi sulla pelle di Rocco e della Fiorentina. Come operazione di mercato è stata buonissima, qualcuno l’ha definita capolavoro e ha dato come voto 8. Perché è buona per la Fiorentina? Abbiamo, dopo il Covid, 75 milioni di fatturato, con questa cessione abbiamo preso il 100% del nostro fatturato. Per la Juve sarebbe come cedere un giocatore a 400 milioni. Sarebbe stata una perdita troppo grande. La Fiorentina avrà i soldi i tre anni e possiamo arrivare a prenderne 80. Questo è il più grande trasferimento del mercato di gennaio, possiamo guardare al futuro e non al passato”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.