Opinioni

Monga: “Troppe partite, riducendo l’offerta aumenterebbe il desiderio”

Monga

Federico Monga, giornalista e direttore de Il Mattino, nel corso de Il Bello del Calcio in onda su Canale 8 ha parlato del Napoli e della vittoria arrivata ieri al Maradona contro la Sampdoria. Queste le sue dichiarazioni: “I bilanci in rosso sono un problema soprattutto italiano, in altri paesi nonostante il Covid una gestione sana ha permesso di tappare i buchi. Spalletti è stato bravo ad allargare la rosa del Napoli, la grande differenza con i precedenti allenatori come Sarri o Gattuso è tutti i calciatori sono coinvolti nel progetto tecnico. Penso a Petagna, che quest’anno tra Genoa e Samp ha portato 6 punti al Napoli, aldilà del gol l’attaccante ha giocato una partita meravigliosa. Questo negli altri anni non succedeva. Con e senza Osimhen il Napoli cambia molto, basta vedere la media punti realizzata con e senza il nigeriano. Il campionato attuale è molto strano, con interventi incoerenti di ASL e TAR. Mihajlovic ha ragione, non si possono considerare i primavera come un criterio per giocare. Gli ultimi due turni – uscendo dal discorso Napoli – non si possono considerare regolari, sono falsati. Siamo sicuri che giocare sempre sia utile? Le leggi dell’economia direbbero che se riduci l’offerta accresce il desiderio anche per il calcio”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *