Opinioni Redazione

DODICESIMO UOMO – Il Sindaco del “Rione Serie A”

Victor Osimhen, uomo d’onore ma soprattutto uomo da area di rigore. In quel pezzo di terra dove ognuno vuole predominare sull’altro, è lui il vero padrone. Corre incontrastato, annienta gli avversari, li umilia agonisticamente.
Letteralmente imprendibile, forte delle sue grandi leve, proprietario del suo metro e novanta, sfreccia sul campo del Diego Armando Maradona come una gazzella. Arrivato nell’area di rigore, si trasforma in predatore insaziabile che, come una pantera affamata, azzanna la preda e la fa sua.
Provare per credere! L’abbiamo visto pure domenica sera! Anche un marcatore scomodo, venuto dal profondo Sud America, come Diego Godin, difensore di fama ed esperienza internazionale, si è dovuto arrendere, perché oggi a dominare è il nostro numero nove venuto da Lagos, diventato il “Sindaco” di un rione che si chiama serie A.

Qui a Napoli sta diventando per tutti Superman-Victor, quello che entra nella prima cabina telefonica a Piazzale Tecchio e, da normalissimo ragazzo nigeriano, diventa, con un semplice giro su sé stesso, il Supereroe venuto da lontano per portare noi tifosi ed il Napoli  in alto, sempre più in alto. Da queste parti sono passati goleador di fama mondiale, fuoriclasse assoluti o, se preferite, veri top player.
Siamo sicuri, vedendo giocare Osimhen, che siamo di fronte ad un attaccante che farà la storia del calcio per i prossimi anni, e siamo altrettanto sicuri che Victor difficilmente si lascerà incanterà da altre sirene perché qui ha conosciuto e sta amando la sirena più bella di tutte, dal nome Parthenope. 

“Napoli Osimheniano”, così definì il futuro Napoli il nostro presidente non più tardi dell’anno scorso e dobbiamo riconoscere che aveva ragione lui, ci ha visto lungo: questa squadra forte della dorsale Koulibaly-Anguissa-Osimhen, nelle mani del sapiente e paziente Spalletti, sta letteralmente gettando nel caos tutta la Seria A e ha iniziato a fare lo stesso in Europa. Aspettando lo Spartak Mosca, sono tutti avvisati!
Il Dodicesimo Uomo aveva bisogno di tornare a cantare a squarciagola e di sognare, e non vogliamo mai smettere di farlo, perché solo chi sogna può volare e perciò vola, vola Superman Oshimen, tutta Napoli è con te!

Gennaro Di Franco

3 Risposte

  1. Considerando l’infanzia che ha avuto il nostro Oshi-super-men, merita tutto il successo che ha e, soprattutto, che avrà. Come sempre un articolo da leggere con il sorriso sulle labbra, come dovrebbe essere sempre visto il calcio. Complimenti, Gennaro

  2. Condivido, Victor è straripante, incontenibile, una vera spina nel fianco per le difese avversarie. Godiamoci questo bel Napoli di avvio stagione, in attesa delle sfide importanti, che ci daranno una maggiore consapevolezza della dimensione di questa squadra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *