Generici Ritiro

Napoli, Spalletti studia una costruzione a 3: l’analisi tattica

Prosegue spedito il secondo ritiro estivo del Napoli in quel di Castel di Sangro e Luciano Spalletti, che si è detto fin qui soddisfatto della resa della squadra azzurra sia in allenamento che nel corso delle cinque amichevoli disputate fino ad oggi, sta continuando a lavorare molto su determinati aspetti tattici.

Nella seduta di allenamento di questa mattina, ad esempio, l’allenatore toscano si è soffermato particolarmente sulla costruzione dal basso. Come mostra la disposizione della squadra in foto, infatti, si può notare come Spalletti richieda una sorta di costruzione a 3, con Di Lorenzo sul centro-destra, Manolas centrale e Koulibaly sul centro-sinistra, che porta il laterale sinistro (in questo caso Mario Rui) ad allargarsi molto e ad alzarsi addirittura a ridosso della linea dei trequartisti. Allo stesso tempo, però, viene richiesto ad Insigne di accentrarsi in modo da costruire gioco al centro e lasciare spazio al terzino che arriva dalle retrovie sulla sinistra. Un dettame tattico simile a quello intravisto nell’Italia nel corso degli Europei che spiega, inoltre, il perché dell’interesse del Napoli per il terzino sinistro del Villarreal Pervis Estupiñán.

Il laterale ecuadoriano, infatti, nell’ultima Copa America non solo è rientrato nella Top 11 del torneo, ma ha anche fatto registrare dei numeri offensivi di tutto rispetto: 9,6 cross di media a partita e addirittura 2,4 occasioni da gol create in ogni match. Statistiche importanti che ci illustrano al meglio le caratteristiche del giocatore, il quale sarebbe ideale per il tipo di lavoro richiesto da Spalletti in quella zona di campo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *