Rassegna Stampa

Tensione Gattuso-Mario Rui, non è la prima volta quest’anno

Dopo il pareggio contro il Sassuolo il clima che si respira in casa Napoli non è dei migliori, come testimonia la punizione comminata a Mario Rui da parte di Gattuso durante l’allenamento di ieri a Castel Volturno, quando l’allenatore azzurro ha difatti spedito anticipatamente sotto la doccia il portoghese, reo di aver assunto durante la seduta un atteggiamento svogliato e di aver apostrofato male un ragazzo della Primavera che partecipava all’allenamento.

Il terzino non è nuovo a provvedimenti di questo tipo, basti pensare che proprio in occasione della partita di andata contro il Bologna fu mandato in tribuna insieme a Ghoulam per aver contestato la decisione del mister di schierare due terzini destri come Di Lorenzo e Hysaj, tenendo invece in panchina (poi diventata tribuna) i due esterni bassi mancini di ruolo. Stessa sorte toccò lo scorso anno sia ad Allan che a Lozano in due diverse occasioni, segno del complicato rapporto che l’allenatore ha avuto e sta avendo con i propri giocatori.

Il Napoli cerca pace e deve risolvere soprattutto i propri contrasti interni per cullare ancora il sogno Champions League, vedremo se Gattuso riuscirà in queste settimane a risanare la frattura o se il rapporto professionale sarà davvero al capolinea a tal punto da essere costretti a cambiare in corsa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *