Rassegna Stampa

Crollo Roma, Fonseca: “Non possiamo sbagliare così”

La Roma esce decisamente con le ossa rotte dopo la netta sconfitta nel derby contro la Lazio per 3-0 che ha gettato non poche ombre sulla squadra giallorossa. Paulo Fonseca, finito sul banco degli imputati dopo lo stop contro i biancocelesti, ha provato a difendere i suoi in conferenza stampa al termine del match: “Nei primi minuti siamo entrati bene. Sappiamo che se sbagliamo contro una squadra come la Lazio poi è difficile recuperare. Dopo i primi due gol la Lazio era tranquilla e noi non abbiamo mai attaccato bene per entrare nella loro linea difensiva. La Lazio è una squadra che si chiude bene, dopo i primi due gol per loro è stato più facile. Ci è mancata la profondità, abbiamo girato il pallone senza trovare soluzioni anche per merito della Lazio che si è chiusa bene. La squadra ha sempre avuto l’intenzione di attaccare, ma senza trovare la profondità per merito dell’avversario”.

Oggetto della discussione è senza dubbio il duello Lazzari-Ibanez, che ha chiaramente deciso la gara in favore degli uomini di Inzaghi: “In settimana parleremo di quanto è successo con Ibanez in occasione dei due gol: erano due situazioni non di pericolo, controllate. Lazzari ha fatto una bella partita, non abbiamo avuto capacità di cercare soluzioni in quel momento della gara. La partita si riassume in un primo tempo in cui abbiamo subito due gol che non possiamo prendere.Penso che non è stato un problema tattico. Non possiamo sbagliare queste situazioni. Gli obiettivi della Roma restano gli stessi, abbiamo perso tre punti, ma non cambiano”.

Sulle possibili cause della disfatta di ieri, Fonseca ha poi aggiunto: “Se non avessimo preso il primo gol sarebbe stata una gara totalmente diversa. Manca l’esperienza per gestire questo tipo di partita e questi momenti. Se prendiamo gol contro squadre come la Lazio è difficile cambiare il risultato. Però dobbiamo accettare che la Lazio ha fatto meglio di noi e che non abbiamo trovato soluzioni per attaccare meglio”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *