Esteri

Allan: “Giocare al Napoli un onore, lo scudetto è l’unico rimpianto”

Lunga intervista rilasciata da Allan attraverso i canali ufficiali del suo nuovo club, l’Everton. Il brasiliano, che dopo cinque stagioni ha lasciato il Napoli per approdare in Inghilterra, ha parlato anche della sua esperienza all’ombra del Vesuvio, elogiando il lavoro del presidente De Laurentiis e ricordando i momenti più belli vissuti con la maglia azzurra: “C’è stato un momento difficile in cui abbiamo perso diverse partite e sono nate alcune discussioni. Ma quel piccolo incidente, durante i miei cinque anni nel Napoli, non toglie niente alla mia storia in un club così grande. E’ stato l’unico momento sbagliato: cose che accadono, impariamo da loro, non esistono rancori. Provo gratitudine, ringrazierò sempre il presidente Aurelio De Laurentiis per l’opportunità che mi ha dato di indossare quella maglia e ringrazierò sempre i tifosi per come mi hanno abbracciato”.

Il centrocampista ha poi aggiunto: “Carlo Ancelotti è un professore, sono felice di poter lavorare ancora con lui. Al mio Napoli è mancato solo lo scudetto. Ricordo lo spettacolo che regalavamo con Maurizio Sarri. In campo, a livello di movimenti, c’era un’armonia fantastica. Tutti ammiravano il nostro calcio e non vedevano l’ora di andare allo stadio a guardare il Napoli, è mancato solo lo scudetto. Ancora oggi mi fa male non aver vinto il titolo. Questo è l’unico rimpianto”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.