Flash

CTS, approvato il nuovo protocollo per i contagi

Nella riunione con il Cts di ieri è stato delineato un nuovo protocollo per i contagiati.

La quarantena scende da 15 a 10 giorni ed i positivi saranno sottoposti ad un unico tampone in uscita. Si ipotizza anche l’introduzione di tamponi molecolari ed antigienici per i “contatti” dei positivi, i quali potrebbero essere effettuati direttamente da pediatri e medici di famiglia, alleggerendo il carico sul sistema ospedaliero.

Gli asintomatici che non riescono a risultare negativi, dopo 21 giorni avranno comunque concluso la quarantena e saranno “liberi”. Ed è probabilmente una delle misure più importanti approvate dal Cts che confluiranno in una circolare del ministero della Salute. Un soggetto positivo dopo i dieci giorni di quarantena dovrà sottostare ad un nuovo test. Se risulterà nuovamente positivo effettuerà un nuovo tampone, ma se dovesse essere ancora postivi farà solo ulteriori 4 giorni di quarantena e poi terminerà l’isolamento. Il Cts dichiara che studi internazionali dimostrano che dopo 20 giorni la carica virale è talmente bassa che il soggetto non è più in grado di infettare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.