Redazione

Osimhen: “Napoli top club in Italia. Importanti Koulibaly e Mertens nella mia scelta”

Il nuovo attaccante azzurro Victor Osimhen, oltre che durante la conferenza stampa di presentazione a Castel di Sangro, ha rilasciato delle dichiarazioni anche nel corso di un’intervista rilasciata ai microfoni di Sky Sport,

Queste le parole del nigeriano, che non vede l’ora di cominciare la sua prima stagione in Serie A con la maglia del Napoli: “Sono orgoglioso di essere qui oggi e sono grato a Dio per il modo in cui mi ha portato fin qui. Sono al Napoli, uno dei club più grandi in Italia e certamente uno dei migliori al mondo e sono pronto a scendere in campo. Uno dei più grandi di sempre ha giocato nel Napoli: Maradona e ci sono precedessori come Cavani, Higuain, Hamsik che hanno giocato qui e per me essere qui è un grande onore, è stato un privilegio per me firmare con il Napoli. Sono davvero felice di essere qui. Davvero non sapevo di essere stato l’acquisto più costoso nella storia del club, ma questo non conta nulla, visto che appunto in questo club ci sono giocatori di grande qualità, delle superstar come Mertens, Koulibaly, ed arrivare in questo gruppo di giocatori, di fantastici giocatori, aiutare la squadra è un sogno che diventa realtà. Non vedo l’ora!”

Importante per la scelta della sua nuova squadra, secondo Osimhen, è stato anche il consiglio di due pilastri come Koulibaly e Mertens, oltre al progetto illustrato dal presidente Aurelio De Laurentiis e da Rino Gattuso: “Ciò che ha reso più semplice la scelta di venire qui è stato sentire da Koulibaly al telefono quanto vale questo club, quanto sono fantastici i tifosi, mi ha parlato del progetto e sentirlo da un giocatore che è qui da 5-6 anni è stata una grande motivazione. Ho parlato anche con Mertens, che mi ha davvero convinto a firmare per il Napoli e sono davvero felice di aver fatto questa scelta. Ho incontrato il presidente a casa sua, c’era anche Gattuso, abbiamo parlato a lungo del progetto della società, di quanto sarei stato importante per la squadra e credo sia piuttosto interessante quando un allenatore vuole un giocatore e lo incontra ancor prima di firmare. Mi ha fatto davvero sentire di essere nel club giusto per me”. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *