Redazione

Una mediana da ritrovare: tutti i numeri del centrocampo azzurro

La stagione del Napoli si è da poco conclusa ma, a causa del periodo piuttosto surreale che il mondo del calcio sta attraversando, la prossima annata è già alle porte. Proprio per questo il club azzurro si è dimostrato sin da subito piuttosto attivo sul mercato: migliorare la rosa e tamponare le falle che si sono palesate nel corso di questi travagliati mesi sarà fondamentale per tornare ad essere competitivi.

Uno dei maggiori problemi riscontrati nel corso della stagione appena terminata è stato sicuramente quello legato alla produzione offensiva degli azzurri. Non è un caso, infatti, che il primo acquisto ufficializzato dalla società sia stato quello di Osimhen. Ma non basterà e questo gli stessi Gattuso, Giuntoli e De Laurentiis lo sanno bene. Si dovranno cercare profili in grado di aumentare il numero di reti stagionali: non solo attaccanti dunque, ma anche esterni e centrocampisti con gol nei piedi.

Andando infatti ad analizzare i numeri dei giocatori presenti in rosa, soprattutto quelli di coloro i quali compongono l’attuale mediana azzurra, risulta evidente la difficoltà da parte di alcuni nel farsi trovare pronti in zona gol. Giocatori fondamentali come Zielinski e Fabián Ruiz, ad esempio, hanno reso molto al di sotto delle aspettative: 2 gol e 6 assist in 49 gare per il polacco e 4 gol conditi da 6 passaggi vincenti in 46 presenze per lo spagnolo. Numeri non sufficienti per due mezzeali di qualità che dovrebbero incidere decisamente di più. Inoltre i due, che quasi sempre vengono impiegati assieme da Gattuso, hanno palesato grandi difficoltà in fase di ripiego e questo potrebbe complicarne la coesistenza in futuro.

Ancor più scoraggianti sono poi i dati legati agli altri componenti del centrocampo napoletano: i due acquisti di gennaio Demme e Lobotka infatti, nonostante abbiano giocato rispettivamente 22 e 16 partite, hanno messo assieme soltanto un gol (quello dell’italo-tedesco contro la Samp) e nessun assist. Il ruolo davanti alla difesa non aiuta, questo è vero, ma qualcosa in più sarebbe lecito aspettarselo.

Chiudiamo poi con i numeri fatti registrare da Eljif Elmas, alla sua prima stagione in azzurro, e da Allan, il quale sembra essere ormai giunto al termine della sua avventura al Napoli. Il macedone ha siglato soltanto una rete ed un assist in ben 36 presenze: il giovane ex Fenerbahçe ha mostrato talento e colpi interessanti ma deve ancora crescere in continuità e disciplina tattica. Il brasiliano invece, che ha vissuto una stagione travagliata tra infortuni e dissidi interni, ha messo a segno soltanto 2 gol in 33 gare (entrambi con il Sassuolo) e non è nemmeno riuscito a contribuire come suo solito alla fase difensiva.

Numeri, dunque, che inquadrano al meglio la situazione. Così non va e per tornare a giocarsela con le prime della classe le opzioni restano due: cercare nuovi innesti oppure sperare in un grande salto di qualità da parte dei giocatori sopraelencati. Considerando che i ruoli da coprire saranno già tanti, e che l’unico mediano in partenza sembra essere proprio Allan, la società si augura dunque che ci sia un cambio di passo importante da parte di quelli che già vestono la maglia azzurra. Anche da lì partiranno le eventuali fortune del Napoli di Gattuso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *