Redazione

Napoli in difesa: due rinnovi e due cessioni sulle corsie

La questione corsie laterali sarà certamente una delle più dibattute in casa Napoli durante questa sessione di calciomercato, nella quale il DS Giuntoli dovrà provvedere ad una massiccia rivoluzione della rosa anche per cancellare una stagione – quella appena trascorsa – non certamente esaltante sotto diversi punti di vista. Al momento sono ben cinque gli esterni sotto contratto con gli azzurri, due dei quali certamente rimarranno alla corte di Gattuso con un contestuale prolungamento del contratto, gli altri sono in bilico per ragioni di carattere economico, tecnico o contrattuale.

Verifichiamo caso per caso la situazione dei terzini:

CONFERMATI

Mario Rui – Il portoghese ha iniziato la stagione come semplice alternativa, ben 9 esclusioni anche a causa di due infortuni che gli hanno fatto saltare almeno 3 gare. Tra Serie A e Champions League erano state solo 11 le presenze in campo. Con l’arrivo di Gattuso e visti i problemi fisici di Ghoulam, il suo spazio è aumentato sempre di più nel corso della stagione ed è diventato un perno fondamentale della squadra. Le sue prestazioni hanno convinto il club azzurro al punto tale da fargli ottenere un rinnovo di contratto fino al 2025 con ingaggio migliorato a 2.5 mln di Euro all’anno.

Di Lorenzo – L’ex Empoli ha vissuto una stagione da titolare inamovibile con entrambe le gestioni tecniche: 20 presenze complessive tra Serie A e Champions League (con un gol, 3 assist e 3 ammonizioni) nella fase Ancelotti, con l’allenatore che in 4 occasioni (Salisburgo e SPAL in trasferta, Verona e Bologna in casa) l’ha schierato sulla fascia sinistra. L’arrivo di Gattuso non ha cambiato le cose, anzi, il rendimento del giocatore è andato in crescendo. Sono state 24 le presenze in campo con il nuovo allenatore tra Serie A e coppe, 3 le panchine e tutte in campionato (SPAL in casa, Genoa e Inter in trasferta). Due le reti realizzate (Torino e Milan) e 4 gli assist (Inter in CI a San Siro, Sampdoria, Brescia e Milan). Quando non impiegato come terzino destro è stato schierato come difensore centrale a causa degli infortuni che hanno tenuto fuori Koulibaly, Maksimovic e Luperto. Una di queste gare è stata il 2-1 del San Paolo contro la Juventus. Anche per lui è stato discusso e sostanzialmente concluso un rinnovo di contratto fino al 2025 con ingaggio migliorato a 2.5 mln di Euro.

IN BILICO

Hysaj – Giocatore ai margini della squadra con Ancelotti, l’arrivo di Gattuso sulla panchina azzurra è stato fondamentale per lui. Il terzino albanese nella prima parte di stagione aveva infatti collezionato solo 5 presenze in campionato per un totale di 228′, mentre in Champions non era mai sceso in campo. Con il nuovo allenatore il minutaggio è salito considerevolmente: 15 le partite giocate con 1464′ minuti collezionati tra campionato e Coppa Italia, durante i quali ha realizzato due assist (Cagliari e Udinese) e realizzato la prima rete in Serie A contro il Sassuolo. 10 le gare giocate a destra e 5 sulla fascia sinistra. Gattuso vuole confermarlo, l’agente discute con il club per rinnovare il contratto in scadenza nel 2021. In questo senso sono previste novità dopo Ferragosto.

IN PARTENZA

Ghoulam – Sembrava dovesse essere l’anno del ritorno definitivo dopo i diversi problemi fisici accumulati dal novembre 2017, ma dopo 5 presenze nelle prime 9 giornate un nuovo infortunio muscolare l’ha tenuto fuori dalla 10° alla 23° di Serie A. Gattuso l’ha fatto tornare in panchina appena disponibile: il 16 febbraio è con la squadra nella trasferta di Cagliari. Nel post-lockdown è sceso in campo in 4 occasioni – tutte in campionato e da subentrante – totalizzando 70′ minuti in campo. Realizza un assist per Lozano per il gol del definitivo 2-0 azzurro a Verona. Il Napoli, visto il pesante ingaggio e lo scarso minutaggio, ha messo l’algerino sul mercato per una cifra vicina ai 10 milioni di Euro. Per il sostituto il nome che circola con più insistenza è quello del classe ’96 scuola Real Madrid Sergio Reguilón.

Malcuit – Quella attuale avrebbe potuto essere l’annata della consacrazione per il terzino francese ma, dopo 5 presenze tra Serie A e Champions League con Ancelotti (con un assist e un’ammonizione nella vittoria di Salisburgo), nella gara di campionato contro la SPAL subisce la rottura del legamento crociato che ne compromette irrimediabilmente la stagione. Convocato dopo 9 mesi per la sfida casalinga all’Udinese, scende in campo negli ultimi 6′ di gioco contro l’Inter a San Siro. Il destino del terzino francese sembra lontano dalla maglia azzurra. Il Napoli sta cercando di rinnovare anche il contratto di Hysaj e, anche qualora non vi fosse un prolungamento, si sta già muovendo sul mercato alla ricerca di sostituti. Il nome più gettonato è quello di Davide Faraoni del Verona.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *