Redazione

La pecca più grande: la difesa che poco ha funzionato

Una stagione molto particolare quella conclusa dal Napoli con un deludente settimo posto in campionato. La squadra azzurra purtroppo ha pagato l’inizio altalenante con Carlo Ancelotti e ha dovuto dire addio dopo pochi mesi ai sogni Champions. Se abbiamo parlato dei pochi gol fatti, non possiamo evitare di evidenziare quelli subiti, ben 50, che hanno caratterizzato ancora di più quest’annata così strana. Con l’arrivo di Manolas le cose dovevano cambiare, ma invece la coppia che poi si è venuta a formare con Koulibaly ha deluso, e non poco. Entrambi, probabilmente, sono così simili che non sono riusciti a coesistere, inoltre la stagione negativa di Koulibaly non ha per niente aiutato, anzi. Kalidou spesso ha dimostrato molti limiti, specie per quanto concerne la leadership difensiva, commettendo anche errori grossolani o superficiali. Kostas inoltre ha patito svariati infortuni, che hanno permesso a Maksimovic di poter ritagliarsi il proprio spazio, con buoni resoconti. Anche l’alternanza tra Meret e Ospina non ha certamente aiutato, per questo Gattuso dovrà lavorare tantissimo sulla propria difesa, altrimenti ci ritroveremo di nuovo i stessi problemi: fa sempre male uscire da una competizione europea per colpa di errori della retroguardia. Vedremo gli sviluppi che arriveranno dal mercato, con o senza Koulibaly, corteggiato soprattutto dal Manchester City.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *