Serie A

Inzaghi: “Avremmo voluto il terzo posto. Nessun problema con Gattuso”

L’allenatore della Lazio Simone Inzaghi è stato intervistato ai microfoni di Sky Sport nel post-partita. Queste le sue principali dichiarazioni: “Spiace perché non volevamo finire quarti, sapevamo che l’Atalanta stava perdendo e non volevamo perdere per arrivare terzi. Ne succedono tante, c’è stato un po’ di nervosismo ma ora è tutto tranquillo. Potevamo far meglio per come eravamo piazzati prima della sosta ma nulla toglie al campionato fatto dai ragazzi. Cosa serve alla Lazio? Sarà difficile, quest’anno abbiamo lasciato dietro Napoli, Milan e Roma che sono molto attrezzate. Noi siamo insieme da quattro anni, dovremo cercare di migliorarci dove potremmo, fare un ottimo cammino in Champions e ripartire in modo giusto. Gattuso? Non c’è nessun problema con lui, gli scambi di opinioni capitano e senza pubblico si sentono le panchine. Non è bello da vedere ma sono cose che possono succedere, l’importante è che si risolvano. Il rinnovo? Dovevamo prima di tutto finire, ora ci sarà tempo per parlarne. Venivamo da tre vittorie consecutive perché avevamo di nuovo quasi tutti gli effettivi, eravamo tornati ad essere squadra. Stasera nel primo tempo abbiamo tenuto bene il campo contro un grande Napoli, dovevamo entrare diversamente alla ripresa e non concedere quel rigore. Ovviamente saremmo voluti arrivare terzi. Con Tare e Lotito ci incontreremo con serenità, vedremo cosa succederà. Rimpianti? Nella settimana di Bergamo siamo andati senza sei o sette giocatori di cui cinque titolari, è normale che qualche problema può esserci. A fine primo tempo mi sono ritrovato senza i ricambi che potevano rialzarmi la squadra, Marusic sarebbe stato un’alternativa importante senza Lulic. Il rammarico più grande è non potermela essere giocata alla pari con tutti alla ripresa”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *