Esteri

Sassi contro il pullman del Benfica, feriti due calciatori

Bruttissimo episodio avvenuto ieri a Lisbona al termine della partita fra Benfica e Tondela che sanciva la ripresa del campionato portoghese dopo lo stop forzato a causa del Coronavirus. Alcuni “tifosi” (se così possiamo definirli) del club della capitale, delusi dal pareggio a reti bianche che è valso difatti l’aggancio del Porto sul Benfica in testa alla classifica, hanno assaltato il pullman dei lusitani con una sassaiola e ferito due calciatori, Weigl e Zivkovic. Come riportato dai media locali  la squadra stava rientrando al centro d’allenamento e il pullman si trovava su un viadotto a Seixal, quando alcuni sostenitori inferociti hanno lanciato sul bus pietre e oggetti vari, rompendo le vetrate del mezzo e ferendo così i due malcapitati tesserati del club: Zivkovic sarebbe stato colpito agli occhi da alcune schegge, mentre Weigl è rimasto sotto shock perché già vittima di un episodio simile ai tempi del Borussia Dortmund; entrambi sono rimasti in osservazione in ospedale dopo le ferite riportate e sono stati dimessi qualche ora dopo. Duro il comunicato del Benfica sul proprio sito ufficiale: “Il Benfica ripudia e si rammarica per l’assalto criminale subito dal pullman dei giocatori che, dopo la partita con il Tondela, stava raggiungendo il Centro de Pasantias Seixal. Garantiremo piena collaborazione alle autorità e chiederemo il massimo sforzo per l’identificazione dei delinquenti responsabili di questi atti criminali”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *