Generici Rassegna Stampa

Gargano: “De Laurentiis garanzia per il Napoli”

Lunga intervista ai microfoni del Corriere dello Sport per Walter Gargano, sei stagioni in maglia azzurra ed il rimpianto di aver lasciato il Napoli quando non doveva, destinazione Inter: “Se tornassi indietro, farei diversamente. Ma andò così: parlai con Mazzarri e mi disse che avrei avuto meno certezze rispetto alla precedente stagione. Io volevo giocare, ne avevo bisogno per me ma anche per mostrarmi a Tabarez. E allora decisi di favorire le trattative, De Laurentiis mi spingeva a restare. Dovevo ascoltarlo”.

Proprio sul presidente azzurro, Gargano sottolinea: “La garanzia del Napoli è De Laurentiis. Sapevo che quando le situazioni di ingarbugliavano, il presidente sarebbe arrivato per riportarci alla realtà e lo avrebbe fatto a modo suo, ma trovando sempre la parole giuste. Ha praticamente rinnovato Mertens. So che è stata fatta una proposta a Callejon e spero che José resti, perché io uno che si sacrifica quanto lui non lo ricordo in giro. Voglio permettermi di dare un consiglio a De Laurentiis: tenga Callejon”.

Sul suo approdo in maglia azzurra nel 2007 insieme a Lavezzi ed Hamsik, il centrocampista attualmente in forza al Penarol ha aggiunto: “Io, Lavezzi e Hamsik siamo arrivato insieme, eravamo sconosciuti. All’inizio io e il Pocho potevamo andare in giro senza che ci riconoscessero e qualche ragazzata l’abbiamo fatta, poi ci siamo dovuti adeguare. Marek poi non è solo il giocatore più forte con cui ho giocato, ma anche una persona straordinaria. In campo sapeva fare sempre la cosa giusta”.

Chiusura infine sul rapporto con gli allenatori avuti al Napoli, tra i quali Gargano ha senza dubbi un preferito: “Sono stato bene con chiunque ma Benitez appartiene a un’altra categoria. Quando rientrai a Napoli, dopo le due stagioni tra Inter e Parma, non fu facile e non lo sarebbe stato per nessuno. E invece lui con la sua esperienza mi tranquillizzò: tu resti qua, vedrai che giocherai. Rafa ha un suo stile, gli sono riconoscente per quella stagione nella quale mi ha cambiato”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *