Champions League Generici

Aulas: “A Torino come vittime sacrificali, uno scandalo”

Lunga intervista ai microfoni de L’Equipe per il presidente del Lione Jean-Michel Aulas, il quale ha espresso tutto il proprio disappunto sulla decisione di chiudere in anticipo la Ligue 1. Il Lione infatti, nonostante non giocherà più in campionato, attende comunque di disputare ad agosto il ritorno degli ottavi di finale di Champions League contro la Juventus, battuta 1-0 nel match di andata in Francia, motivo per il quale si troverà ad allenarsi da qui a due mesi senza disputare partite ufficiali con la prospettiva di dover sfidare i bianconeri, che invece avranno già diverse partite sulle spalle: “Ci presenteremo a Torino con entrambi i piedi legati e la testa mozzata, loro avranno ripreso a giocare da fine giugno, noi invece somiglieremo tanto ad una vittima sacrificale. I protocolli sanitari sono strumenti ormai standard, l’UEFA è arrivata al punto di preparare un protocollo in così poco tempo ed in Francia non abbiamo abbiamo avuto nemmeno il tempo di guardarlo. E’ uno scandalo, una decisione a dir poco disastrosa”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *