Flash

Ospina: “Gattuso ci sta aiutando molto. Meret? Diventerà un grande”

ospina

Il portiere del Napoli David Ospina, direttamente dal terreno di gioco del centro tecnico di Castel Volturno, ha parlato ai microfoni di Sky Sport: “Il ruolo del portiere è speciale, una volta sei il colpevole e un’altra volta sei l’eroe, è la normalità. La cosa più importante è tenere i piedi per terra, continuare a lavorare e dare tutto per la squadra”.

Sulla fiducia che ripone in lui Gattuso e sulle sue indicazioni: “Stiamo facendo bene, la squadra ha preso fiducia. Con la Lazio abbiamo fatto tante cose buone, bisogna continuare su questa strada. La cosa più importante è cominciare a vincere le partite così diventa tutto più facile. In questo girone di ritorno dobbiamo guadagnare punti assolutamente. Il girone d’andata è stato complicato per tutti, ma abbiamo grandissimi giocatori e dobbiamo fare bene per uscire da questo momento. Prima di essere portiere ero un attaccante per questo mi è sempre piaciuto giocare con i piedi, anche quando sono in vacanza gioco con gli amici e non vado in porta ma davanti. In Sudamerica giochiamo tanto con i piedi, io metto sempre questa caratteristica a disposizione dell’allenatore e della squadra”.

Su Meret ha poi dichiarato: “Alex è un ragazzo stupendo, mi piace lavorare con lui e Karnezis. Alex ha una qualità immensa, ha la condizione per arrivare in alto ma in Italia ce ne sono tanti buoni, come Donnarumma e Sirigu ad esempio. Il Napoli ha un portiere che ha grandissima condizione e che arriverà molto in alto se continuerà a lavorare bene come sta facendo”.

Su Gattuso e sulle indicazioni che dà al gruppo: “Quand’era un giocatore aveva grinta. Ci sta trasmettendo questo e tanta voglia, dobbiamo noi prenderci le responsabilità in campo facendo le cose perbene e con serenità. Nel calcio la cosa più importante è dare tutto in campo, fare ciò che si prova in allenamento”.

Sulle tre partite al San Paolo in una settimana e sul lungo digiuno di successi interni ha poi commentato: “Questo ci dà un po’ di pressione, ma contiamo sui nostri tifosi, abbiamo bisogno di loro, di tutti. Vogliamo dare il massimo in campo, fare le cose bene e conquistare le vittorie che ci sono mancate fino ad ora. Quando si comincia a vincere la fiducia viene da sola e dobbiamo iniziare a farlo”.

Una battuta finale poi sulla possibilità di poter raggiungere il quarto posto: “Quando c’è la possibilità matematica bisogna sempre provarci. Abbiamo 19 partite ancora da giocare, i punti per provarci ci sono. Bisogna fare bene, pensando partita dopo partita. Ora testa alla Fiorentina, che è una squadra forte e in crescita. Giochiamo in casa e vogliamo finalmente i tre punti”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *