Calciomercato

FOCUS – Porte girevoli: Younes, Gaetano e Ghoulam cercano una squadra

La finestra di mercato di gennaio sarà certamente utile al Napoli per provare a rinforzarsi nei reparti che in questo momento appaiono maggiormente carenti, ma allo stesso tempo riscriverà con ogni probabilità il destino di quei calciatori che si aspettavano maggior minutaggio e che con ogni probabilità cercheranno un’altra sistemazione per aver maggiore continuità.

Tra questi l’esempio lampante non può che essere Amin Younes, tornato ad essere in questa stagione oggetto misterioso dopo il finale della scorsa, in cui nonostante tutto si era meritato la riconferma a suon di buone prestazioni al rientro dal lungo infortunio al tendine d’Achille. I numeri del calciatore tedesco parlano chiaro: 143′ totali in campo, una presenza da titolare e cinque da subentrante sono oggettivamente troppo poco, se a questo aggiungiamo l’atteggiamento piuttosto abulico con cui si è visto calcare il terreno di gioco quando ne ha avuto l’opportunità, si comprende facilmente la totale estraneità dell’esterno offensivo all’attuale contesto azzurro. L’ex Ajax per questo motivo potrebbe partire da subito di fronte alla giusta offerta, con il Napoli che ha già provato ad inserirlo nelle trattative con Celta Vigo e Sassuolo per arrivare rispettivamente a Lobotka e Boga senza però ottenere ancora risposte positive dalle società contattate. Chi si è mossa in maniera decisa per il calciatore è la Sampdoria che, complici i problemi in attacco manifestati in questo campionato, proverà a sferrare nelle prossime settimane l’affondo decisivo, tentando così di battere la concorrenza del Genoa, che pure un pensierino al giocatore l’ha fatto, ma anche e soprattutto di Werder Brema e Colonia, intenzionate a riportare Younes in patria.

Abbastanza paradossale è stata invece la stagione finora (non) disputata da Gianluca Gaetano, gioiellino del vivaio azzurro che aveva stupito tutti durante il ritiro di Dimaro e che si era guadagnato l’ingresso in prima squadra con Carlo Ancelotti, il quale aveva più volte esaltato le doti del calciatore napoletano. Anche in questo caso però i numeri restano impietosi: zero le presenze in campionato per Gaetano ed una fugace apparizione in Champions contro il Genk a partita finita, con il centrocampista azzurro che, nonostante sia “tra i grandi”, ha finora collezionato ugualmente più presenze con la primavera di mister Baronio (tre, tutte in Youth League) che con il Napoli. Il calciatore partirà quindi probabilmente in prestito viste le tante squadre di B, Cosenza e Juve Stabia su tutte, interessate a prenderlo per garantirgli quel minutaggio e quella possibilità di crescere che a Napoli non ha finora avuto.

Discorso a parte merita invece Faouzi Ghoulam, irriconoscibile da quando è rientrato dall’infortunio e ritenuto ormai non più indispensabile alla causa azzurra. Sebbene infatti l’arrivo di Gattuso potrebbe dare nuova linfa al terzino finito ai margini con Ancelotti, non è ugualmente da escludere una cessione dell’algerino di fronte ad un’offerta congrua, vista la rivoluzione che il Napoli ha in programma di attuare sulle proprie fasce difensive. Olympique Marsiglia prima e Lione poi hanno mostrato interesse per Ghoulam, l’unico nodo fondamentale è l’attuale ingaggio del calciatore, che al Napoli si aggira intorno ai 3 milioni e che dovrà per forza di cose ridimensionarsi qualora egli decidesse di ritornare in Francia dopo il recente periodo complicato in maglia azzurra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *