Esteri Flash

Ancelotti si presenta all’Everton: “Sono in un grande club. Kean? Lo volevo al Napoli”

L’ormai ex allenatore azzurro Carlo Ancelotti, approdato pochi giorni fa all’Everton, ha parlato nella consueta conferenza stampa di presentazione: “Ho scelto questa società per l’ambizione del club e la sua storia. La tradizione. L’atmosfera creata dai tifosi. E poi vogliamo migliorare, crescere e diventare una squadra migliore. Queste sonno le ragioni per cui ho scelto di essere qua”.

Sulle prime sensazioni dal suo ritorno in Inghilterra: “Tutti sono stati gentili con me, dal proprietario ai tifosi. Ieri è stato un bel giorno per me. Ho visto la squadra e mi sono fatto una prima idea del gruppo. Oggi inizio a lavorare con tante voglia, sono eccitato e voglio provare a fare del mio meglio per aiutare la squadra a migliorare, ad essere competitiva e a dare gioia ai tifosi. É ormai tanto tempo che questa squadra non vince qualcosa, noi ci proveremo anche se ovviamente non è una cosa che si può fare dal giorno alla notte. Ma con idee e obiettivi chiari sono sicuro che possiamo migliorare”.

Ancelotti si è poi soffermato sulla qualità della rosa a disposizione e sulle possibili mosse di mercato: “Penso di avere una buona squadra, abbiamo un mix di giovani e giocatori esperti, quindi una buona base da cui partire. Possiamo ovviamente migliorare, ma ora ci aspetta un periodo con partite importanti, poi penseremo a come migliorare la rosa. Ora contano solo i risultati, poi penseremo a tutto il resto. Vogliamo essere competitivi in Premier League, questo credo sia già abbastanza. Dobbiamo crescere, il club vuole costruire un nuovo stadio e questo credo significhi che la società è molto ambiziosa”.

Una battuta finale poi sulle voci legate ad Ibrahimovic e al periodo negativo che sta vivendo Mouse Kean prelevato la scorsa estate dalla Juventus: “Io e Zlatan siamo buoni amici. Ho allenato tanti giocatori fantastici, so che ha terminato la sua avventura negli Stati Uniti ma non so quale sia la sua idea per il futuro. Dovrei chiamarlo e magari lo farò. Se vuol venire a Liverpool per divertirsi venga pure, ma non per giocare. Kean? Ho cercato di prenderlo al Napoli prima che firmasse per l’Everton. È un giocatore fantastico, non dimentichiamoci che ha solo 19 anni. Dobbiamo aspettarlo e lavorarci su perché ha qualità da top player”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *