Flash Serie A

Napoli senza anima, continua la lunga notte azzurra

Il Napoli sceso in campo ad Udine è una squadra che non offre segnali di ripresa. Timida la reazione del secondo tempo, ben sotto il minimo sindacale quel che i giocatori hanno messo in campo.

La Dacia Arena porta però un messaggio che è scritto sotto i nomi della distinta ufficiale: in campo vanno i senatori, i giocatori che hanno fatto la storia del Napoli, gli stessi che ora sono additati come i responsabili di questa assurda situazione, a loro Ancelotti consegna il destino del Napoli. La risposta è delle peggiori, si riassume nelle immagini all’ottantesimo minuto, in quella ripartenza spenta sul nascere da chi non corre al fianco di Mario Rui, nelle sue braccia aperte che non raccolgono nemmeno gli sguardi dei compagni.

Notte fonda e senza fine a Napoli, come sottolineato anche stamattina da Il Mattino, che parla di un Napoli a fari spenti, perso nella notte, protagonista di una partita giocata “con passo incerto e quasi sempre timoroso”. Una prestazione che porta a un pareggio scialbo e senza senso, che va nella direzione di una stagione che rischia di essere priva di qualsiasi obiettivo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *