Flash

Insigne, il capitano dimezzato

Nello spogliatoio esistono regole non scritte più forti di qualsiasi regolamento imposto. Un aspetto cruciale per qualsiasi squadra è la scelta del capitano. La fascia sul braccio da sola non conferisce autorevolezza, servono quotidiani gesti, scelte, parole per poter onorare una così importante investitura ed avere quell’influenza sui compagni che ha un capitano “riconosciuto”.

Dalle colonne de La Repubblica si legge di come nel Napoli il ruolo di capitano di Insigne non è più riconosciuto come in passato dal gruppo.

Emblematica sarebbe la reazione della squadra alle parole di Insigne dopo la sconfitta col Bologna, quando a un preciso richiamo alla responsabilità di impegnarsi per non fare brutte figure, la squadra ha reagito con fastidio, come se non accettasse quelle parole da chi non aveva fatto il Capitano nella sfida di Anfield.

Un ulteriore segno di come ormai a Napoli si attende solo la rifondazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *