Champions League Redazione

Ancelotti: «Se non vinciamo in trasferta in Europa chiedete a Sarri»

Carlo Ancelotti, in occasione della conferenza stampa che precede la gara di domani contro il Salisburgo, ha analizzato il momento della squadra. “Se non vinciamo da anni in trasferta in Champions non è tutta colpa mia, bisogna chiedere anche a Sarri». Una stoccata pesante nei riguardi dell’ex tecnico del Napoli. «Una partita molto importante in chiave qualificazione – aggiunge il tecnico del Napoli – è uno scontro diretto, questo è il momento clou anche se dobbiamo tenere conto delle due gare contro di loro, ma fare bene qui sarebbe fondamentale per il passaggio del turno. Bisogna giocare come sempre, con coraggio, cercando di imporre il nostro gioco e le nostre idee utilizzando le qualità che abbiamo. Sarà una gara di grande intensità. Lo scorso anno qui abbiamo perso, ma è anche vero che siamo passati in vantaggio mettendo al sicuro la qualificazione», dice Ancelotti riferendosi all’Europa League della scorsa stagione. Per quel che riguarda la formazione, il tecnico degli azzurri si dice dispiaciuto per gli indisponibili, ma non si sente in emergenza». Il tecnico degli azzurri cerca di velare l’undici che scenderà in campo domani. «La formazione che ha giocato contro il Verona potrebbe essere la stessa di domani. Mertens? È fresco e come in tutte le situazioni chi non è stanco ha più possibilità di giocare, c’è abbondanza in attacco, questa è una cosa positiva, anche se aumenterà le mie difficoltà nel fare la scelta giusta. Alla fine, però, il giudice è sempre il campo, non sono io che decido la formazione, io sono un osservatore che valuta quello che gli atleti fanno in campo e per la formazione di domani abbiamo ancora un allenamento che può determinare tante cose». Ancelotti assicura: «Il gruppo è sereno, sappiamo tutti che si può fare meglio a livello di prestazioni. Io ho avuto qualche incomprensione con qualcuno, ma non con Callejon e Mertens che sono due grandi professionisti, il rinnovo non incide sul loro rendimento, anche perchè hanno procuratori che possono occuparsi della questione, loro possono concentrarsi sul campo».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *