Redazione

Il mistero Ghoulam, cosa succede al terzino azzurro?

Rivedremo mai in campo il vero Ghoulam? È questa la domanda che ci si pone da diverso tempo. Sono passati ormai due anni dal suo primo infortunio al crociato in quella maledetta partita del 2 novembre 2017 contro il Manchester City, eppure di quel giocatore travolgente che incantava l’Europa non c’è più nemmeno l’ombra. Non si può però dubitare dell’impegno che l’algerino sta mettendo nel provare a recuperare la migliore forma fisica, infatti il terzino azzurro ha persino rifiutato la convocazione estiva per la Coppa d’Africa per svolgere nel miglior modo possibile il ritiro estivo con il Napoli e rimettersi in sesto in vista della nuova stagione. Ma tutto ciò non è bastato. La prova del momento difficile che sta vivendo Ghoulam ci sta arrivando anche dalle scelte di formazione che sta compiendo Ancelotti nelle ultime settimane. Se andiamo infatti ad analizzare le ultime sfide stagionali del Napoli noteremo che sulla fascia sinistra si sono alternati spesso, adattandosi in un ruolo non di loro competenza abituale, i vari Hysaj, Di Lorenzo ed in qualche occasione Luperto. Per Ghoulam dunque prevalentemente panchina, sintomo che qualcosa ancora non va.

Il mistero legato alla situazione del terzino algerino si sta dunque infittendo e la società azzurra non sta facendo nulla per impedirlo, anzi. Infatti né dai vertici societari né dall’allenatore arrivano notizie chiare circa la reale forma fisica del laterale sinistro. Inoltre crea più di un dubbio la gestione del giocatore da parte di Ancelotti che contro il Verona lo ha lasciato in panchina per tutta la durata del match e per la trasferta europea in quel di Salisburgo non lo ha nemmeno convocato. Certo, la panchina in Champions è corta con soli 7 uomini a disposizione e se un giocatore non dà garanzie difficilmente viene preso in considerazione dall’allenatore, ma questo episodio non fa presagire nulla di positivo nel breve periodo. Riuscirà dunque Ghoulam a tornare ai propri altissimi livelli mostrati durante la gestione Sarri? Soltanto il campo saprà darci una risposta definitiva.

A cura di Simone Santacroce

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *