Redazione Serie A

Brescia, Corini: «Col Napoli daremo il massimo per cercare l’impresa»

Domenica il Napoli, alle ore 12,30 al San Paolo, sfiderà il Brescia di Eugenio Corini per cercare di riscattarsi subito dalla sconfitta contro il Cagliari nell’ultima gara di campionato. Il tecnico delle rondinelle ha presentanto la partita in conferenza stampa. «Abbiamo un lavoro alle spalle che ci permette di preparare bene le partite anche quando abbiamo poco tempo. Ora abbiamo due giorni per preparare la partita non avendo l’allenamento del mattino giocando alle 12.30». Il Brescia contro la Juve ha sfiorato l’impresa ed è stato protagonista di un ottima prestazione. «Certe prestazioni fanno aumentare di autostima. E’ mancato qualcosa con la Juve, proveremo a metterlo col Napoli per ottenere un risultato positivo. Serviva un po’ di fortuna. Dobbiamo fare in modo che l’avversario faccia fatica a fare gol. Le partite in serie A sono sempre difficili. Stiamo capendo che possiamo giocarcela». Il Napoli arriva da una cocente sconfitta contro il Cagliari. «Il Napoli è andato vicino al gol diverse volte, ma a trovarlo è stato il Cagliari in contrattacco e questa è la forza delle piccole: ottimizzare alcune situzioni con un po’ do fortuna». Il Napoli, però, è una grande squadra con tanta esperienza. «Con Lippi arrivammo in Uefa, ma non fu una grande esperienza visto che inizia con una pubalgia. Ma questa è una piazza dove si vive di calcio». Ovviamente dopo la sconfitta affrontare il Napoli sarà ancora più difficile. «Era una gara difficile anche prima visto che hanno una rosa molto importante. Il ko con il Cagliari renderà più difficile la nostra partita, ma noi avremo voglia e le nostre caratteristiche per portare a casa qualcosa». Ovviamente in casa Brescia gli occhi sono tutti per Mario Balotelli. «Lo monitoriamo ogni giorno per capire le sue condizioni. Ha subito un colpo al piedi ma i medici mi hanno detto che non ci sono problemi. Valuterò se farlo giocare o subentrare». Il Brescia cercherà di impostare la partita in maniera diverso rispetto al match disputato contro la Juventus. «Il Napoli difende 4-4-2 e attacca con un 3-4-2-1, con un ottimo palleggio supera le linee di pressione e nei 30 metri hanno qualità, attaccanti veloci e fisici. E’ una squadra di livello internazionale, ha battuto il Liverpool. Daremo il massimo per cercare l’impresa».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *