Generici

Lecce, Liverani: “Col Napoli servirà pazienza, possiamo pungere in contropiede”

Fabio Liverani, allenatore del Lecce, alla vigilia della sfida del Via del Mare contro il Napoli ha parlato in conferenza stampa:

“Al momento sono indisponibili soltanto Meccariello e Dell’Orco, mentre Fiamozzi è fuori lista e sta recuperando. La mia rosa è piena di titolari e sono felice anche di chi entra e fa bene, come è stato a Torino. Speriamo di recuperare tutti quanto prima, per me è vitale poter contare su tutto il gruppo. Sicuramente qualcosina cambierò anche in ottica delle tre gare e del tempo ravvicinato”.

“Il Napoli viene da una bella vittoria contro il Liverpool in Champions League e noi l’affronteremo come abbiamo affrontato le altre squadre: servirà pazienza e dovremo essere bravi a gestire i momenti di sofferenza, per poi trovare gli spazi e pungere. Sarà molto simile alla sfida contro l’Inter”.

“Pensiamo a una partita per volta e soprattutto sono consapevole che a settembre le gare sono diverse che a settembre. Oltre alla tattica, devo guardare alla condizione dei calciatori. C’è chi può giocarle tutte e tre”.

“Come si ferma il Napoli? Disinnescando il loro collettivo. Andremmo in difficoltà qualora lasciassimo spazi sulle corsie laterali. E soprattutto non bisogna dare loro profondità, dovremo essere bravi nei raddoppi. Dobbiamo continuare su questa strada, solo con la compattezza potremo limitare gli azzurri. Servirà sacrificio”.

“Babacar? Sta crescendo e per fare tutto al meglio deve essere spronato. Certamente è un’idea quella di schierarlo dall’inizio, ci sarà spazio per tutti”.

“Shakhov trequartista? Può fare quel ruolo, perché ha grande intelligenza. E soprattutto sta trovando empatia. Come ho detto in precedenza, tutti i calciatori della mia rosa possono partire dall’inizio”.

“Imbula? Sta migliorando e crescendo. Lui, ad esempio, per condizione non può ancora giocare titolare”.

“Centrali di difesa? Devo dire di essere molto soddisfatto di quello che è stato il rendimento fin qui di Lucioni e Rossettini, non hanno mai saltato un minuto e sono da esempio per il resto dei compagni. È una grande coppia e non avevamo dubbi. Poi non dimentichiamoci anche di Riccardi e Meccariello. Tutti e quattro offrono garanzia”.

“Mancosu? Anche lui potrebbe giocare in attacco. Vedremo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *