Redazione

Llorente, impatto super a Napoli: un top player a parametro zero

Quando l’acquisto di Fernando Llorente è stato ufficializzato dal Napoli l’entusiasmo dei tifosi, va detto, non era dei migliori per due motivi: il primo legato all’estenuante trattativa per Mauro Icardi, che aveva creato incredibili aspettative secondo molti disattese dopo la virata sullo spagnolo classe ’85; la seconda ragione di dissenso affondava le sue radici nel passato da juventino dell’attaccante, che per due stagioni è stato uno dei perni della squadra bianconera nonché uno dei calciatori più amati. Eppure, nel giro di due gare, il Re Leone è stato in grado di spazzare via ogni dubbio riguardante il suo arrivo: nei 46 minuti complessivi giocati con Sampdoria e Liverpool, infatti, Llorente ha impresso subito il suo marchio, servendo un assist a Mertens in campionato e mandando in delirio il San Paolo con il gol del 2-0 agli inglesi che lo ha consacrato come nuovo beniamino del popolo. Ciò detto, l’arrivo dello spagnolo si sta rivelando fin da subito fondamentale per Carlo Ancelotti ed il Napoli non solo da un punto di vista numerico, ma anche di personalità e di variabili tattiche da adottare a gara in corso: Llorente è infatti un giocatore di comprovata esperienza internazionale (tre finali giocate tra Europa League e Champions con le maglie di Athletic Bilbao, Juventus e Tottenham), in grado di cambiare le sorti di un match quando subentra a gara in corso (basti pensare al gol del 4-3 all’Etihad Stadium contro il City oppure alla rimonta degli Spurs in casa dell’Ajax) grazie alla sua fisicità in area e alla capacità di tenere alta la squadra, un elemento importante che mancava nell’attacco azzurro. Fondamentale, inoltre, sarà anche l’apporto che potrà dare allo spogliatoio del Napoli: il rapporto con Dries Mertens e gli altri senatori è apparso subito ottimo sia in campo che fuori, tanto sacrificio per i compagni e mai una parola fuori posto. Un vero top player dunque, nonostante i 34 anni e l’arrivo a parametro zero.

A cura di Danilo Casano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *