Redazione

Pagelle Napoli-Liverpool: Mertens e Llorente lanciano gli azzurri

Meret 7 – due parate fondamentali, come con la Sampdoria, una bella uscita. Regala sicurezze anche in Champions.

Di Lorenzo 6 – Parte bene in fase di spinta, poi capisce che deve soprattutto contenere dal suo lato. Buona l’intesa con Callejon.

Koulibaly 6,5 – A tratti il Kalidou dello scorso anno, capace di annullare qualsiasi avversario. La sfida personale con Salah è tra le cose più belle della serata.

Manolas 6 – Fa il suo senza uscire dal seminato. Ottimo senso della posizione, l’intesa con Koulibaly sembra migliorare.

Mario Rui 7 – La miglior partita, probabilmente, da quando è a Napoli. Il ricordo di Anfield forse brucia ancora, ma stasera il portoghese è il migliore dei suoi. Salah è il cliente più scomodo al mondo, lui lo contiene come può anche grazie all’aiuto di tutta la manovra. È sempre al posto giusto, una costante in avanti. 

Allan 6 – Il turno di riposo in campionato gli ha fatto bene, torna a ringhiare sulle caviglie avversarie. Dal 75’ Elmas 6,5 – Fa quello che serve.

Fabián 6 – La palla passa sempre dai suoi piedi ed è a lui che capitano le occasioni più ghiotte del primo tempo. Sbagli due sanguinosi possessi nel primo tempo che potrebbero concedere il vantaggio agli inglesi. 

Callejon 6,5 – Chiude Mané e attacca Robertson. Fa tutto lui su quella fascia, anche se sembra poco lucido negli ultimi venti metri. Ha il merito di procurarsi il rigore.

Insigne 6 – Preziosa la mano che dà in copertura a sinistra, in avanti pecca sempre nell’ultimo passaggio. Dal 66’ Zielinski 6 – Regala lo strappo che serve in mezzo al campo.

Mertens 7 – Gli capita sul destro l’occasione migliore della ripresa, la sfrutta male per pochi centimetri. Ma è il cuore dell’attacco azzurro e quel pallone dal dischetto del rigore pesava come un macigno.

Lozano 6 – Fari puntati su di lui, anche se non è la miglior serata. Occasioni sfruttabili ne arrivano poche, ma l’intesa coi compagni sembra stia crescendo. Dal 69’ Llorente 7 – Entra e dà una gran mano alla manovra. Difende palla, corre in pressing, serve i compagni. Bravo a siglare il raddoppio d’astuzia.

Ancelotti 7,5: Battere i campioni d’Europa in carica non è mai facile, il Napoli lo fa con una partita piena di voglia e carica agonistica. E con l’intelligenza dei grandi. Lascia Mertens in campo nel momento topico, punta su Llorente che sarà la carta decisiva. Come un anno fa, ma stavolta la qualificazione è d’obbligo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *