Champions League

Ancelotti: «L’obiettivo era non perdere, il Napoli ha qualità e vuole crescere»

Il Napoli batte i campioni d’Europa in carica del Liverpool, a fine gara il tecnico dei partenopei Carlo Ancelotti commenta la fida con i Reds. «Con il Liverpool è sempre difficile. C’era da fare una partita di sacrificio senza perdere, questa era l’idea. Abbiamo fatto qualche errore ma sapevamo che era complicato. La partita è stata sempre in equilibrio, ma mi è piaciuta nel momento più difficile, cioè nel finale. Questa è una squadra che vuole crescere e che ha tanta qualità, anche se alle volte ci si perde. Poi l’ingresso di Llorente ci ha aiutato tantissimo in momento in cui la squadra era stanca. Il primo gol nasce da una palla lunga, mettere palle lunghe, dobbiamo capire, alle volte non sono bestemmie. Queste partite le vorrebbero giocare tutti e avere la panchina corta è inspiegabile, è ingiusto mandare giocatori in tribuna».

Carlo Ancelotti batte i campioni d’Europa in carica per la quarta volta nella sua storia, e con quattro squadre diverse: Parma 1997-98 (1-0 vs Borussia Dortmund), Milan 2002-03 (1-0 vs Real Madrid), Real Madrid 2013-14 (1-0/4-0 vs Bayern), Napoli 2019-20 (2-0 vs Liverpool). «La gara è stata impostata molto sulla profondità e sull’attacco centrale quando la palla era più dietro. Eppure non ci sono state molte occasioni. Il calcio non ti permette di fare tutto quello che vuoi ma ti devi adattare e lo abbiamo fatto bene. La nostra idea è di pressare alti quando abbiamo la possibilità, alle volte lo puoi fare e altre no».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *