Rassegna Stampa Serie A

De Laurentiis: “Io e Zhang mai in competizione per l’ECA”

Impegnato in quel di Ginevra per una riunione dell’ECA, l’associazione dei maggiori club calcistici europei, il presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni di Sky Sport sottolineando come non vi sia stata alcun tipo di rivalità tra il numero uno azzurro ed il presidente dell’Inter Zhang per entrare a far parte dell’organizzazione, come scritto ieri da qualche testata: “Io in sfida con Zhang per un posto all’ECA? Secondo me c’è stata solo cattiva informazione, siamo stati contrapposti per ruoli diversi. Zhang e io ci stimiamo e non saremo mai andati a competere per lo stesso posto. Io punto al CCC (Club Competition Committee), mentre lui per altro: ci sono tante cose da sistemare, siamo già proiettati al periodo 2024-2027 e ci sono state varie ipotesi. Il mondo però è in continua evoluzione, dovremo stare attenti a prevedere i tempi e i cambiamenti, senza mai adeguarsi, altrimenti partiremmo in svantaggio”.

Sulla partita di Torino, ed in particolare lo sfortunato autogol di Koulibaly, ADL ha invece così commentato: “A volte non bisogna rispettare i gradi di importanza all’interno della squadra. Chi è arrivato in ritardo, e quindi non ha avuto una preparazione adeguata, forse deve lasciare posto a chi ha fatto tutta la preparazione sin dall’inizio del ritiro. Però uno si guarda allo specchio e dice: come faccio a lasciar fuori tizio o caio? Quindi è difficile lasciare fuori i migliori e per questo non si possono attribuire degli errori ad Ancelotti. Siamo tutti uomini e umanamente coinvolti, lasciar fuori dei giocatori ci pesa dal punto di vista etico. Per noi chi gioca è come se si ultra-allenassero. Questa è una logica di spiegazione del perché certe volte questi errori capitano”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *