Redazione

Napoli-Barcellona 0-4, le pagelle: crollo azzurro, si salva solo Manolas

Meret 5 – Se su due gol può far poco o nulla, di più potrebbe fare sugli altri due. Non sempre preciso, comincia a mancare la comunicazione che dovrebbe avere con i compagni di reparto.

Hysaj 5 – Mai visto in fase offensiva, prova a rimediare come può in quella difensiva. Qualche errore di troppo in uscita. Dal 61’ Di Lorenzo 5,5 – Reattivo e volenteroso, ma la partita è già scivolata via.

Manolas 6 – L’unico che riesce a salvare la faccia in una serata negativa per tutti. Si frappone fra il Barcellona e la sua porta, il battibecco con Suarez è già da antologia.

Chiriches 5 – Ancelotti stavolta punta su di lui accanto al greco, non fa male in avvio, ma poi sprofonda con tutta la squadra. Dal 46’ Luperto 5 – si perde nel marasma blaugrana senza poter frenare il crollo.

Ghoulam 5 – Il primo tiro del Napoli in partita è il suo dopo una grande cavalcata. Brutto, però, come la sua prestazione. Dal 61’ Mario Rui 4,5 – In difficoltà costante per mezz’ora, si becca anche il giallo.

Allan 5 – La prima volta in campo dopo pochi giorni di lavoro e a pochi giorni dal rientro non è indimenticabile. Lontano dalla forma migliore, 45 minuti per mettere benzina nelle gambe. Dal 46’ Zielinski 5 – Era stato vitale tre giorni fa, stasera anche lui risucchiato dal vortice catalano.

Fabián 4,5 – Condizione in miglioramento rispetto a tre giorni fa, ma sempre lontana dal livello ottimale. Resta in campo per tutto il match, si alterna nelle posizioni, ma non riesce ad illuminare. Gli capita sul piede la migliore occasione dei suoi alla fine del primo tempo, ma spreca male.

Elmas 5 – Ancelotti lo lancia esterno alto a sinistra, ma in quella posizione non convince. Non ha i tempi giusti per l’inserimento e resta molto più apprezzabile in mezzo al campo. Dal 46’ Insigne 5 – Qualche spunto offensivo, ma nessuna giocata degna di nota per tutto il secondo tempo.

Callejon 5,5 – Lanciato titolare all’ultimo minuto per l’indisponibilità di Milik, non è il migliore di sempre. Si fa vedere molto dai compagni, aiuta in mezzo al campo, ma è spesso impreciso.

Verdi 4,5 – Ancelotti gli concede tempo e spazio dietro la punta Mertens, ma non illumina quasi mai. Dal 67’ Gaetano 5,5 – Entra col piglio giusto in posizione più avanzata rispetto alle ultime volte.

Mertens 5 – Di palloni sfruttabili dalle sue parti non ne passano molti, è vero, ma non sembra essere nella migliore serata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *