Redazione

Barcellona-Napoli, le pagelle: che spreco Milik, bene Callejon

Meret 6 – I due tiri dei gol sono angolati al massimo e può farci poco o nulla, ma per il resto sfodera grandi parate quando può. 

Di Lorenzo 6,5 – Attivo, ma soprattutto reattivo. Cresciuto in convinzione rispetto alle prime uscite di Dimaro, non è facile passare dalla realtà dell’Empoli ad affrontare il Barcellona a Miami (dal 77′ Hysaj 5,5 – Si fa notare solo per il giallo beccato su Dembele incontenibile)

Manolas 5,5 – Il Barcellona gli porta bei ricordi, ma non basta. La peggiore partita vista in azzurro, troppo distratto in troppe occasioni ed impreciso nella costruzione di gioco. (dal 57′ Luperto 6 – Non deve strafare e lo sa. Alla fine chiede anche la maglia a Piqué)

Maksimovic 6 – Rischia tanto, ma ci mette tanta voglia. Affrontare Suarez e Griezmann non è di certo una passeggiata salutare.

Mario Rui 6 – Si dà sempre molto da fare in fase di proposizione, mentre l’applicazione lo ha reso un buon elemento anche in difesa. Impreciso nei primi minuti, si riscatta (dal 56′ Ghoulam 6 – Affonda e convince. Comincia a vedersi la gamba)

Zielinski 6,5 – Metronomo perfetto degli azzurri: accorcia, taglia, rifinisce e definisce i tempi della manovra napoletana. Cresce sempre di più da regista.

Elmas 6 – Molto presente in fase difensiva, sembra conoscere Zielinski da sempre (dal 56′ Gaetano 6 – Personalità e voglia di far bene. Anche col Barcellona il giovane napoletano fa il suo e ben figura)

Callejon 7 – Il movimento lo conosciamo tutti, ma se nessuno riesce a fermarlo ci sarà un perché. Bravo e fortunato in occasione del gol, dà una grossa mano anche alla difesa.

Fabian 5,5 – Tutta inedita questa posizione da rifinitore per lui, la forma fisica non lo aiuta, ma fa vedere qualcosa di nuovo quando servirà ad Ancelotti durante la stagione. (dal 56′ Verdi 5,5 – Un paio di buone azioni e l’ultimo tiro della partita. Che però si spegne tra i guantoni di Neto)

Insigne 6,5 – È il primo a farsi murare da Neto in zona gol, si riscatta dando il via all’azione del momentaneo pareggio. Troppo impreciso nei momenti chiave del match.

Mertens 5 – Gioca bene con i compagni, ma sbaglia troppo davanti alla porta. Errori non trascurabili per chi fa l’attaccante (dal 56′ Milik 5 – Almeno tre occasioni nitide, due sprecate ed una tra i guanti di Neto. Sbaglia troppo e “condanna” il Napoli alla sconfitta)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *