Serie A

Spal-Napoli 1-2: due lampi di Allan e Mario Rui stendono gli emiliani

Ancelotti aveva chiesto ai suoi giocatori tre vittorie in questo finale di stagione per agganciare quota 82 punti, la squadra risponde presente vincendo in terra emiliana, nonostante qualche sofferenza di troppo nel secondo tempo. Le reti di Allan e Mario Rui che costringono una Spal già salva alla resa, nonostante il momentaneo pari di Petagna su rigore. Meret migliore in campo.

Gli azzurri partono decisamente meglio nella prima frazione di gioco, con Milik che al 5′ minuto sfiora per due volte il vantaggio centrando prima il legno numero 26 in stagione e poi trovando sulla respinta un ottimo intervento di Viviano. Al 10′ Petagna reclama un rigore per fallo (che sembra esserci) di Koulibaly, ma l’arbitro lascia correre. Al 32′ la seconda grande chance per il Napoli è sui piedi di Younes ma il tedesco, dopo aver saltato almeno mezza retroguardia avversaria, calcia a lato dall’interno dell’area di rigore. Le squadre vanno al riposo sullo 0-0.

Nella ripresa il Napoli la sblocca dopo pochi giri di lancetta con Allan, che con un perfetto destro a giro su assist di Younes supera Viviano. La squadra di Ancelotti cerca di gestire, spreca qualche contropiede di troppo e, dopo l’ingresso di Antenucci, comincia a concedere campo ed occasioni alla Spal che, dopo una serie di interventi prodigiosi di Meret, trova il pareggio al minuto 83 su calcio di rigore (fallo di Luperto su Floccari) con il suo capocannoniere Petagna. La gara sembra avviarsi sul pareggio, ma un lampo di Mario Rui riporta avanti il Napoli all’88’. Nel recupero ancora uno strepitoso Meret deve superarsi sul neo-entrato Jankovic ed Antenucci per evitare il 2-2.

A cura di Danilo Casano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *