Redazione

Ancelotti si tiene stretto il Napoli: “Vincere con identità e senza follie”

Mister Ancelotti nella lunga intervista rilasciata a Il Roma ha spaziato tra gli argomenti cari al tifo del Napoli.

“Tutti vogliono un San Paolo pieno. Anfield deve essere di esempio visto e considerato che si tifa a prescindere dal risultato. De Laurentiis è un presidente molto presente, mi ha sempre trasmesso serenità”.

Sulla stagione stagione appena trascorsa: “Dopo questo anno sono più dentro al progetto Napoli. Abbiamo sofferto l’assenza di Albiol, con Hamsik non credo avremmo fatto meglio. Quest’anno avremmo dovuto saper soffrire meglio, difendere oltre che attaccare”. E quando è stato pungolato sul futuro e sul mercato “Non sono a Napoli per pettinare le bambole e non voglio indebolire la squadra, ma c’è il fair play finanziario e follie non se ne fanno. Sono soddisfatto del secondo posto, la sicurezza di andare in Champions non l’hanno tutti. Per essere competitivi devi avere un’identità e idee chiare”.

Al termine dell’intervista mister Ancelotti, dopo aver dichiarato il suo sostegno per il Chelsea di Sarri in finale Europa League, ha avuto un pensiero per la città e per la piccola Noemi: “Sono felice che la bimba stia bene, era il desiderio di tutti. Quando un giorno andrò via, porterò dentro la bellezza del Golfo di Napoli”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *