Serie A

Ancelotti promuove il Napoli e promette: “Ci rinforzeremo con un attaccante”

“C’è stato impegno ma poco dinamismo in avvio, non abbiamo mai rischiato nel primo tempo. Ma dopo il gol c’è stata una reazione, meritavamo la vittoria alla fine”. Carlo Ancelotti sorride e si tiene stretto il secondo posto in classifica dopo la vittoria contro il Cagliari.

A decretare il successo una rete nel finale di Lorenzo Insigne. “Sono molto contento abbia fatto gol, mi è piaciuto perché gli ho chiesto di tirarlo e mi ha detto: perché non dovrei?. Nonostante non sia in un periodo brillantissimo è un coraggioso, la settimana passata ha rasserenato un po’ tutti, lui e noi”, ha continuato sul mercato. “Sostituire Albiol era difficile, Maksimovic è stato bravo ma Raul ci dava una mano importante. Le sirene di mercato per Allan gli hanno fatto perdere un po’ di concentrazione. La cessione di Hamsik era logica, abbiamo dei giovani che devono crescere ora come Zielinski e Fabián. Ma il vero problema è stato aver perso motivazioni. Il bilancio lo faremo alla fine, vogliamo vincere tutte le ultime partite. 82 punti come Sarri? Non mi interessa quello”.

Ora, però, bisogna guardare all’estate. “I calciatori sul mercato li scegliamo con la società, la squadra crescerà con nuovi interpreti e cercheremo di avvicinarci ai primi. Attaccante? Non mi interessa la stazza ma che ci dia una mano a migliorare la qualità”, ha ammesso. “La Juve ha fatto trenta partite di altissimo livello, era difficile stare attaccati a loro. A me questa squadra piace molto, mi piacciono anche le difficoltà incontrate, cercheremo di limarle il prossimo anno”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *